Buggiardina

Buggiardina nasce dall’intuizione di Fabrizio Eleuteri, un papà, che insieme a sua moglie, partorisce il testo in una notte. Fabrizio dei #genitoridelnoobbligolazio la canta in un pullman diretto alla manifestazione per la libera scelta dell’8 luglio 2017 a Pesaro. Voce, chitarra e un’immancabile telefonino. L’audio fa il giro delle chat e finisce all’orecchio di Francesca Alesse e Alessandro Amori. I due si guardano e nei loro occhi scatta la scintilla. Viene subito coinvolto un discografico italiano di tutto rispetto (che non ha voluto comparire nei crediti), nonché neo papà preoccupato per la legge sull’obbligo vaccinale. Il testo dopo essere stato ripulito da qualche parolina diciamo pure colorita, diventa la canzone che ascoltate oggi. Dal cammino di #thewalkofchange, alla manifestazione per la libera scelta a Venezia fino al #trenodellasalute. Oggi Buggiardina è anche un videoclip. Un piccolo ma significativo documento storico che racconta in musica la voce di una parte di popolo che deve essere condiviso.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su reddit
Reddit